Collezione Bonetto1968

Alla fine degli anni Sessanta, il Rinascimento del design industriale italiano, un giovane Beniamino Bonetto dà vita a una significativa collezione di arredi. Coadiuvato da un vivace gruppo di architetti, progetta due linee di arredamento.

La prima è quella dei “Classici”, più sofisticata, caratterizzata da materiali quali il legno e il marmo, destinata a gusti borghesi e raffinati. La seconda prende il nome di “Ultrapiatti” e brilla per la sua freschezza innovativa, viene particolarmente apprezzata dal pubblico giovane. Come origami, gli “Ultrapiatti” hanno un design pieghevole, che li rende facilmente trasportabili. Le due linee hanno in comune una forte componente tecnica: materiali come l’acciaio – spazzolato o lucido – e il marmo sono gli ingredienti principali.

La Collezione Bonetto 1968 riscuote immediatamente grande successo, viene pubblicata nelle più importanti riviste di settore e presenzia in importanti fiere dal 1972 agli anni Ottanta. Oggi le pièce Bonetto impreziosiscono diverse location pubbliche e private in tutto il mondo e Beniamino, con lo stesso entusiasmo di una volta, mette in produzione e riedita gli elementi più apprezzati. Con immutata attenzione per lo stile e la qualità.