Natale in atelier, il design è rosso fiamma

natale-bonetto-sacco

Bonetto Design-Arredamento si colora del tono più natalizio di tutti

Se il design fosse una festività, sarebbe certamente il Natale. Sarebbe il calore di un camino, dopo una lunga giornata di fatiche. Sarebbe un pasto ricco di leccornie, pronte a stuzzicare gli occhi e il palato. Ma, soprattutto, sarebbe un pacchetto da scartare: come il Natale, il design è una sorpresa che suscita continue emozioni. E qual è il colore delle emozioni, se non il rosso? In questo magico periodo di alberi addobbati e stelle cadenti, Bonetto Design-Arredamento propone delle creazioni uniche, punte di diamante della storia del design, che impazzano nell’atelier di un’insolita versione red.

Rosso Natale, le cinque creazioni-fiamma che non passano inosservate

Lo Scorpion

Lo Scorpion della Collezione Bonetto nasce nella Belle Époque del design italiano, gli anni Settanta, grazie alla sinergia con gli artigiani di Anonima Design 1970. Lo Scorpion non è solo un attaccapanni a chele rotanti corredato di specchio, è un’opera creata per creare lo spazio laddove di spazio non ce n’è. Ed è proprio questo il mood della serie de “Gli Aggregabili” di Bonetto: il design deve essere funzionale e fondersi con l’ambiente circostante, armonizzandosi con stile e discreta personalità.

Carla

Lo testimonia Carla, la sedia di Bonetto Design-Arredamento ispirata alle linee sensuali degli architetti Carlo Mollino e Aldo Morbelli. Era il 1952 quando i due professionisti vennero coinvolti nella realizzazione del nuovo Auditorium Rai di Torino e Morbelli, in contemporanea, lavorava ai raffinatissimi interni della gioielleria Fasano di via Roma. Dal sodalizio lavorativo nasce lei, “Carla”, che sposa la seggiola a schienale basso progettata per Fasano con gli elementi tipici delle sedute di Mollino.

Il Faro

Gli amanti del rosso, del Natale e della luce apprezzano Il Faro di Bonetto. Questo eclettico pannello da rivestimento annette una lampada estensibile dai dettagli fiammanti, che nel ‘72 ha conquistato il pubblico all’Eurodomus di Torino.

Il Sacco

Rossa come il Natale è anche la poltrona Sacco, un’icona dei torinesi Piero Gatti, Cesare Paolini e Franco Teodoro, prodotta da Zanotta. La creazione di design è una vera chicca del patrimonio culturale italiano, apprezzata anche per il suo celeberrimo ruolo di poltrona ufficiale del ragionier Ugo Fantozzi. Eclettica come poche, nella sua versione giallo sole ha infatti conquistato la maschera italiana più tragicomica del Dopoguerra, interpretata dal compianto Paolo Villaggio.

Cores de Terra

Cosa sarebbe il Natale italiano senza il buon cibo? Ebbene, l’atelier Bonetto propone soluzioni di design che soddisfano anche i gusti della vista. Parliamo dei Cores Da Terra, i colori della Terra di Selma Calheira. La scultrice brasiliana ha fuso l’amore per la ceramica alla sostenibilità, offrendo la possibilità alle persone di sottrarsi alla vita delle favelas per imparare un lavoro – quello dell’artigiano – trasformandoli in veri professionisti della perfezione. Una perfezione che, attraversando l’oceano Atlantico, è giunta fino in quel di Chieri, trasformata in complementi d’arredo dai colori calienti.

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: